Riki torna a farci ballare: è uscito “Popclub”

Riki

Esce oggi, venerdì 4 settembre, il nuovo lavoro discografico di RIKI che torna a far emozionare i suoi fan con l’album di inediti “Popclub“.

A febbraio 2020, RIKI era tornato a calcare i palchi italiani, con la sua partecipazione al Festival di Sanremo in gara tra i Big con il brano “Lo sappiamo entrambi”, dopo l’enorme e trionfale successo avuto in Sud America nel 2018 che gli ha permesso di collaborare con la band latina CNCO nel brano “Dolor de cabeza”, balzata immediatamente alla #1 in Italia, Polonia, Finlandia, Cile, Argentina e Perù; per poi bissare nel 2019 con “Resulta”, brano in featuring con i REIK e a prendere parte ad un concerto da 22 mila persone presso l’Arena Ciudad de México a Città del Messico.

Il nuovo lavoro discografico del vincitore della categoria ‘canto’ della 16° edizione di “Amici” di Maria De Filippi è un viaggio musicale di 11 tracce che spaziano dal pop all’elettronica, anticipati dal brano sanremese appunto “Lo sappiamo entrambi” e dal primo singolo “Gossip”. Nella tracklist sono presenti anche “Margot”, “Strip”, “Idee di noi”, “Da Club”, “PopClub”, “ “Piccole cose”, “Come mi vuoi”, “Petali e vocoder” “Litighiamo”, il nuovo brano estratto come terzo singolo ed in uscita anch’esso oggi.

La cover del nuovo album di inediti di RIKI “Popclub”

E’ disponibile anche una versione speciale di “Popclub” nella quale con un esclusivo packaging in alluminio, sono presenti 5 memo vocali delle prove di alcuni brani finiti poi nella tracklist, tra cui la prova con Riccardo Sciré del ritornello di “Lo sappiamo entrambi”, datata 16/04/2018.

L’album è un continuo oscillare tra il pop melodico, influenzato comunque da elementi elettronici e in parte da autotune, di “Margot”, “Lo sappiamo entrambi” e il nuovo singolo “Litighiamo”; a brani che spingono più sulla musica da club come il primo singolo uscito l’anno scorso per promuovere il lavoro “Gossip” che a quelli con influenze anche di reggaeton di “Da club”, una delle migliori dell’album, perfetta per diventare un tormentone radiofonico e da ballare.

Ma tra le particolarità dell’album ci sono la title track “Popclub” che in realtà è solo una traccia strumentale nella quale si mixano più generi e suoni, senza la creazione di una vera e propria canzone, forse a voler rappresentare la moltitudine di generi dell’intero lavoro; e la traccia che chiude il lavoro “Petali e vocoder”.

Quest’ultima infatti sono 2.34 di ‘recitar cantando’ nel quale RIKI fa una sorta di confessione personale, parlando al suo pubblico liberandosi di tutti i pensieri sul mondo e su come l’umanità si stia trasformando; e devo dire che è sicuramente la cosa più interessante di tutto il lavoro per un giovane ragazzo che ha forte impatto sulle nuove generazioni.

Dopo aver presentato “Lo sappiamo entrambi” a Sanremo, Riki pubblica il nuovo album “Popclub” anticipato dal singolo “Litighiamo”

Menzione speciale anche per “Piccole cose” e “Come mi vuoi”: l’album presenta come una partenza un po’ soft, senza tanti guizzi particolari, per poi svoltare a metà per diventare un album che si può far ascoltare anche da un pubblico più adulto che non è troppo dietro le problematiche adolescenziali.

Intanto si aspetta anche una conferma o meno delle due date live nelle quali RIKI farà ascoltare il suo nuovo progetto dal vivo che spostate da febbraio 2020 sono state momentaneamente spostate al 3 ottobre alle ore 21:00 al Palazzo dello Sport di Roma (per recuperare la data del 28 febbraio) e all’11 ottobre alle ore 19:00 al Mediolanum Forum di Assago di Milano (per recuperare la data del 22 febbraio).

Speriamo che RIKI sia uno dei primi artisti a poter tornare a godere del suo pubblico in piena sicurezza durante un live, cosa che ha potuto in parte già percepire durante le serate dei SEAT MUSIC AWARDS all’Arena di Verona e quelle della Partita del Cuore durante la SETTIMANA DELLA MUSICA.

1 comment on “Riki torna a farci ballare: è uscito “Popclub”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *