Eurovision Song Contest 2021: video intervista a Senhit, rappresentante di San Marino all’ESC2021

Senhit

L’Eurovision Song Contest è sempre più vicino: riuscirà Senhit a sancire finalmente la pace tra San Marino e l’Italia, scoppiata proprio durante i momenti delle votazioni degli anni precedenti? Ne parliamo con la rappresentante di San Marino, che torna a trovarci dopo l’ospitata di qualche mese fa.

In attesa di seguire in diretta su Radio Music Evolution, martedì 18, giovedì 20 e sabato 22, dalle 20.30 gli speciali dedicati a ESC2021, Matolas & Claudia hanno incontrato Senhit in gara con il brano “Adrenalina” in collaborazione con Flo Rida.

Senhit
Ecco la cover ufficiale di “Adrenalina”, il singolo che Senhit, in collaborazione con Flo Rida, porterà in gara per San Marino all’Eurovision Song Contest

Ecco quello che ci ha raccontato Senhit durante la video intervista:

“Finalmente in presenza per l’Eurovision Song Contest. Come ti sei preparata per questo evento ormai lungo due anni? Cosa ti aspetti da questa edizione?”

Mi sento davvero “adrenalinica”! So che può sembrare una paraculata, ma ho veramente un’euforia e una voglia di fare incredibile. Non vi nascondo però che ho anche un po’ di ansia: finalmente si realizza un sogno dopo tantissimo tempo; finalmente canto dopo tutto questo stop mondiale. Sarò quindi l’ariete dell’evento per aprire le danze nel migliore dei modi.

“Ti va di raccontarci come è nato il brano “Adrenalina” e soprattutto la collaborazione con Flo Rida: siete riusciti ad incontrarvi di persona?”

Macché! Niente, stiamo cercando di convincerlo, anche se non dipende da lui ma da queste maledette restrizioni, ad essere presente in arena a Rotterdam. Flo Rida però ha ascoltato la canzone e gli è piaciuta: avevo mandato il mio brano al team americano perché cercavo qualcuno che impreziosisse il beat. Sono state contattate diverse persone, però Flo Rida alla fine mi ha concesso le sue barre, perché gli era molto piaciuto il brano. Ci siamo scambiati alcuni messaggi perché alcune cose non mi piacevano ma è stato super disponibile e spero di averlo on stage con me.

Senhit
“Stiamo facendo di tutto per avere Flo Rida on stage con me, ma ancora non so se potrà esserci, per colpa di queste maledette restrizioni.” ha detto Senhit

“Quest’anno ci sarebbe stata la possibilità, nel caso di una situazione ancora drammatica e complicata, di mandare in onda un’esibizione registrata per la gara. Sappiamo che l’avevi girata a Roma, cosa ci puoi dire di quella esibizione, senza svelarci quella che farai live? Verrà comunque pubblicata in seguito?”

Non posso dire nulla! E’ stata registrata ovviamente in uno studio televisivo ma me la devo dimenticare perché spero e conto di essere lì, live, on stage. I ragazzi dell’Eurovision si sono giustamente dovuti tutelare chiedendo questa registrazione; un po’ come successo ad Irama per Sanremo, ma fatta un po’ meglio. Ci hanno chiesto di registrarlo proprio “come se” e noi l’abbiamo registrato a Roma. La vedrete comunque presto, ma dopo la mia semifinale.

“All’interno di “Adrenalina” sono presenti anche due strumenti musicali eritrei come il krark (una sorta di lira) e kebero (un sorta di tamburo). Li hai suonati personalmente tu? Saranno presenti anche sul palco?”

No, li hanno suonati dei musicisti eritrei perché io non li so suonare, pur avendone uno a casa, che suona mia mamma. Prossimamente uscirà un video tra l’altro dove ci sarà mia mamma che suona personalmente il kebero in una versione acustica di “Adrenalina” davvero molto bello e ho chiesto al produttore e a chi aveva scritto il brano di inserire questi strumenti che sarebbero stati perfetti.

Tra l’altro mia mamma ed io abbiamo fatto il canto dell’Eritrea, l’inno di felicità da parte delle donne. Se fate attenzione in lontananza lo sentite, molto caratteristico di gioia. Sul palco però saranno con me solo i ballerini, con una super coreografia realizzata da Tommassini perché il numero massimo di persone che il concorso prevede è di sei persone e allora ho optato per i ballerini.

“Anche quest’anno Luca Tommassini ha curato la direzione artistica del progetto. Come vi siete conosciuti con Luca e qual è l’aspetto del suo lavoro che ami di più?”

Luca l’ho scoperto grazie al manager di due anni fa, a cui avevo chiesto, dopo un’esperienza all’estero di tornare in Italia e cantare un brano in italiano dal titolo “Dark room”. Volevo realizzare un video dal sapore internazionale e così Gabriele, il manager che avevo, mi ha proposto Luca. Io ero contentissima; mi ha invitato a casa sua che è bellissima e rispecchia perfettamente il suo estro creativo, gli ho raccontato il progetto a lui è piaciuto ed ha sposato il progetto Senhit.

Ormai sono tre anni che lavoriamo insieme e quando è entrata la proposta dell’Eurovision ho subito chiesto al mio team di coinvolgere Luca, perché l’Eurovision lo volevo fare solo con Luca. Di Tommassini la cosa che mi colpisce di più è che è un uomo di 50 anni ma con un entusiasmo di un ragazzino per questo lavoro che è bellissimo ed emozionate. Inoltre è di un’umiltà, ma anche di una severità e professionalità che per un artista è molto strano. Lo conosciamo come ballerino e coreografo principalmente, ma è un vero artista che ha ancora un fanciullino pazzesco dentro di sé.

“E ora prima di salutarci è il tuo momento dell’APPELLO PER FARTI VOTARE: dì quello che vuoi per avere voti da tutta Europa!”

Come forse saprete una nazione non può votare per se stessa. Quindi, puta caso dovessi arrivare in finale, toccatevi!, e concorro per l’Italia può… deve votare per San Marino! Ricordatevi di supportare la sorellina minore dell’Italia, anche perché io sono italiana, concorro per San Marino però sono italiana. Guardatemi e supportatemi. Ho già parlato con i Sammarinesi, che sono in quattro… (ride) no scherzo! dicendo loro di supportare l’Italia e spero che tutti quanti si possano davvero divertire. Spero davvero di tenere alta l'”Adrenalina“, in tutti i sensi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *