Le candidature dei David Di Donatello 2021: conferenza stampa

David Di Donatello 2021

Per il secondo anno consecutivo, dopo lo straordinario sforzo del 2020, il prossimo 11 maggio ci sarà la 66° edizione dei David Di Donatello 2021 che vedranno alla conduzione nuovamente Carlo Conti.

David Di Donatello 2021
Andranno in diretta dagli studi Fabrzio Frizzi i David Di Donatello 2021 condotti da Carlo Conti.

In diretta dagli studi Fabrizio Frizzi, del quale oggi 26 marzo ricorre il terzo anniversario della scomparsa, andranno in onda i David Di Donatello 2021 che tutti si augurano possano essere, anche se non completamente, ma un passo in avanti rispetto all’esperienza dell’anno scorso.

In solitaria, con davanti a sé solo gli autori, gli operatori in studio e il direttore di Raiuno Stefano Coletta, Carlo Conti ha condotto l’edizione numero 65° del prestigioso premio italiano che premia il meglio del cinema italiano: “Fui il primo al mondo ad aver fatto una serata di premiazioni così importanti in uno studio completamente da solo; un’esperienza importante ma molto strana che speravo a maggio dell’anno scorso sarebbe stato un unicum. Invece ho fatto un’Arena di Verona con pochissimi spettatori, Tale e Quale Show senza pubblico e addirittura da casa.” 

David Di Donatello 2021
Con 15 nominations, “Volevo nascondermi” è il film che ha ricevuto più candidature per la prossima edizione dei David Di Donatello 2021

La volontà quest’anno però è quella di mettercela tutta per festeggiare, nonostante tutto e tutta la situazione che continua ad affliggerci, il cinema italiano nel migliore dei modi. “E’ ancora presto per dirvi come sarà” ha annunciato Claudio Fasulo “ma stiamo lavorando affinché almeno una parte dei candidati potranno essere in presenza in studio e non tutto da remoto, ma dipenderà dalle restrizioni che ci saranno in quel momento.”

Carlo Conti aggiunge poi “Spero ci sia un passo in avanti rispetto all’anno prossimo con qualche cinquina presente in studio appunto e se ci sarà la possibilità anche di avere tutti i brani live dei nominati o solo il vincitore dipenderà dalla situazione a ridosso dell’evento. Stiamo lavorando a piani A, B e C.”

Ci sarà sicuramente un premio alla carriera da attribuire, che l’anno scorso andò alla gigante Franca Valeri, un riconoscimento importante in extremis, prima della sua scomparsa a 100 anni, qualche mese dopo. Ma non mancherà un momento anche per ricordare anche il grande Gigi Proietti, scomparso lo scorso 2 novembre, il giorno del suo 80° compleanno, e anche a tutti i lavoratori dello spettacolo che stanno soffrendo molto da più di tredici mesi.

David Di Donatello 2021
Dopo la vittoria del Golden Globe, la nomination agli Oscar, Laura Pausini e la sua “Io si (seen)” ottengono anche la candidatura ai David di Donatello 2021

“Quando parlo di maestranze,” – dice Carlo Conti“mi riferisco a tutti quei lavoratori, importantissimi e che non si vedono mai, quelli degli infiniti titoli di coda, ma senza i quali niente sarebbe possibile. Conosco diversi produttori che a fronte di guadagni molto ridotti, hanno investito molto di più quest’anno, viste anche le norme per la salute, per cercare di far ripartire l’attività. Il mio pensiero va anche agli esercenti delle sale cinematografiche che mi auguro possano riaprire già a ridosso della nostra messa in onda.”

In un anno difficilissimo per il cinema, in grande difficoltà pure per poter lavorare, il lavoro dell’Accademia del Cinema, con la presidente Piera Detassis è stato quello di cercare di non escludere nessuno: “Abbiamo dovuto cambiare il regolamento, allungando la scadenza di iscrizione, ammettendo anche film che sarebbero dovuti uscire anche in sala, ma che hanno visto solo la fruizione attraverso le piattaforme di streaming. E’ il caso de “L’incredibile storia dell’isola delle rose” uscito solo per Netflix, mentre tra gli altri candidati come “Volevo nascondermi”, “Hammamet” e “Favolacce”, una seppur breve apparizione in sala c’è stata.”

David di Donatello 2021
Matilda De Angelis candidata come ‘Miglior Attrice non protagonista’ per “L’incredibile storia dell’isola delle rose”, con Elio Germano, nominato come ‘Miglior Attore Protagonista’ con però “Volevo nascondermi”

Con il 91% delle votazioni ricevute sulla piattaforma, il cinema italiano, in tutti i suoi aspetti, ha formato le varie cinquine decretando “Volevo nascondermi” come il film più nominato con ben 15 candidature. Seguono con 14 nominations “Hammamet” di Gianni Amelio e con 13 “Favolacce” dei fratelli D’Innocenzo. Tra gli attori la sfida sarà tra Pierfrancesco Favino e Renato Pozzetto, protagonista di “Lei mi parla ancora” di Pupi Avati, mentre tra le attrici non protagoniste spuntano diversi nomi che si stanno facendo largo negli anni come Benedetta Porcaroli per “18 regali” e Matilda De Angelis per “L’incredibile storia dell’isola delle rose”, oltre ad un Alba Rorhwacher candidata sia come ‘attrice protagonista’ che come ‘attrice non protagonista’.

Sull’aspetto musicale, dopo la vittoria ai Golden Globes, e la, per ora, solo nomination agli Oscar di “Io si (seen)” Laura Pausini potrebbe compiere il triplete per il brano colonna sonora del film di Edoardo Ponti “La vita davanti a sé”, per cui è candidata come ‘miglior attrice protagonista’ la brava Sophia Loren.

 

Ecco le candidature principali dei David Di Donatello 2021:

Miglior Attore Non Protagonista

Gabriele Montesi – “Favolacce”

Lino Musella – “Favolacce”

Giuseppe Cederna – “Hammamet”

Fabrizio Bentivoglio – “L’incredibile storia dell’isola delle rose”

Silvio Orlando – “Lacci”

Miglior Attrice Non Protagonista

Benedetta Porcaroli – “18 regali”

Barbara Chicchiarelli – “Favolacce”

Claudia Gerini – “Hammamet”

Matilda De Angelis – “L’incredibile storia dell’isola delle rose”

Alba Rohrwacher – “Magari”

Miglior Attore Protagonista

Kim Rossi Stuart – “Cosa sarà”

Valerio Mastrandrea – “Figli”

Pierfrancesco Favino – “Hammamet”

Renato Pozzetto – “Lei mi parla ancora”

Elio Germano – “Volevo nascondermi”

Miglior Attrice Protagonista

Vittoria Puccini – “18 regali”

Paola Cortellesi – “Figli”

Micaela Ramazzotti – “Gli anni più belli”

Sophia Loren – “La vita davanti a sé”

Alba Rohrwacher – “Lacci”

Miglior film

“Favolacce”

“Hammamet”

“Sorelle Maccaluso”

“Miss Marx”

“Volevo Nascondermi”

Miglior Regia

Damiano e Fabio D’Innocenzo – “Favolacce”

Gianni Amelio – “Hammamet”

Emma Dante – “Le sorelle Maccaluso”

Susanna Nicchiarello – “Miss Marx”

Giorgio Diritti – “Volevo nascondermi”

Miglior Regista Esordiente

Pietro Castellitto – “I predatori”

Ginevra Elkann – “Magari”

Mauro Mancini – “Non odiare”

Alice Filippi – “Sul più bello”

Luca Medici – “Tolo tolo”

Miglior Sceneggiatura Originale

Francesco Bruni, in collaborazione con Kim Rossi Stuart – “Cosa sarà”

Fabio e Damiano D’Innocenzi – “Favolacce”

Mattia Torre – “Figli”

Pietro Castellitto – “I predatori”

Giorgio Dritti, Tania Pedroni, Fredo Valla – “Volevo nascondermi”

Miglior Sceneggiatura Non Originale

Salvatore Mereu – “Assandira”

Domenico Starnone, Francesco Piccolo, Daniele Lucchetti – “Lacci”

Stefano Mordini, Francesca Marciano, Luca Infascelli – “Lasciami andare”

Pupi e Tommaso Avati – “Lei mi parla ancora”

Marco Pettenello, Gianni Di Gregorio – “Lontano lontano”

Miglior Documentario

“Faith” – Valentina Pedicini

“Mi chiamo Francesco Totti” – Alex Infascelli

“Notturno” – Gianfranco Rosi

“Puntasacra” – Francesca Mazzoleni

“The Rossellinis” – Alessandro Rossellini

Miglior Compositore

“Hammamet” – Nicola Piovani

“I predatori” – Niccolò Contessa

“L’incredibile storia dell’Isola delle Rose” – Michele Braga

“Miss Marx” – Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo, Downtown Boys

“Non odiare” – Pivio & Aldo De Scalzi

“Volevo nascondermi” – Marco Biscarini, Daniele Furlati

Miglior Canzone Originale

“Gli anni più belli” / “Gli anni più belli” – Musica, testi e interpretazione Claudio Baglioni

“La vita davanti a sé” / “Io si (seen)” – Musica di Diane Warren, Testi di Diane Warren, Laura Pausini, Niccolò Agliardi, Interpretazione di Laura Pausini

“Non odiare” / “Miles away” – Musica di Pivo & Aldo De Scalzi, Testi di Ginevra Nervi, Interpretazione di Ginevra

“Tolo Tolo” / “Immigrato” – Musica e Testi di Luca Medici, Antonio Iammarino, Interpretazione di Luca Medici

“Volevo nascondermi” / “Invisibile” – Musica e Testi di Marco Biscarini, Interpretazione di La Tarma
Per tutte le altre candidature potete visitare il sito dell’Ufficio Stampa Rai.

2 comments on “Le candidature dei David Di Donatello 2021: conferenza stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *