Foresta: “Rimango da solo” è la consapevolezza che ci dobbiamo dare la possibilità di amare ed essere amati.

Foresta

I suoni dance di “Rimango da solo” sono stato il leitmotiv dell’ospitata di Foresta, durante l’ultima puntata della Hit Chart Top 20.

Con Foresta abbiamo parlato del suo ultimo singolo, del suo modo di fare musica, delle sue influenze musicali e del suo essere artista completo, a 360° anche per altri artisti.

Foresta
Ecco la cover ufficiale dell’ultimo singolo di Foresta “Rimango da solo”, ispirato dalla storia di una sua amica

Ecco quello che ci ha raccontato Foresta:

“Siamo in compagnia di Foresta per parlare del suo nuovo singolo “Rimango da solo” uscito il 23 aprile. Ti va di raccontarci com’è nato il brano?”

Questo brano è nato all’improvviso perché io sono uscito con il mio primo singolo lo scorso settembre ed avevo già degli altri singoli pronti da poter fare uscire. Avevamo scelto un altro brano ma poi, un giorno, improvvisamente, tramite una telefonata che ho fatto con la mia migliore amica, che aveva chiuso una relazione molto difficile e travagliata, mi sono fatto travolgere completamente da questa situazione.

Sono una persona molto empatica, soprattutto con chi amo; la vicenda della mia amica mi ha molto ispirato e nel giro di un’oretta ho scritto “Rimango da solo”L’ho fatto ascoltare prima alla mia amica, ma se mi sta ascoltando adesso, scopre solo ora che l’ho scritto grazie a quella telefonata che mi ha fatto scattare proprio il “la”, come diciamo noi musicisti.

“Il brano, definito da te stesso “easy listening”, parla di una relazione tossica, relazioni che molte volte sono troppo difficili da affrontare e che ci lasciano lì, seduti su un divano con il vuoto dentro e fuori e l’unica soluzione è lasciarla andare. Ti faccio la domanda che tu stesso ti sei posto: meritiamo davvero un amore così? Che consiglio daresti a chi sta affrontando una situazione del genere?”

Ho definito questo brano “easy listening” proprio perché semplice da ascoltare. Mi ero promesso di far uscire un brano dal ritmo incalzante, però quando ho scritto questo testo, che tratta una tematica importante con tante sfaccettature diverse, mi sono detto che volevo riuscire a mantenere questo tema con un ritmo molto easy, facile ed ho voluto creare questo contrasto. Io in primis ho avuto delle situazioni in cui ho sofferto per amore e ho notato sempre un po’ di mancanza di amor proprio.

Una persona quando accetta di vivere una determinata situazione così tossica, è perché fondamentalmente non ha preso consapevolezza di se stesso: non sa ancora di che tipo di amore ha bisogno, ovvero quello incondizionato. Quando parliamo d’amore ma dentro c’è sfiducia, non c’è l’affetto vero e, soprattutto non lo si dimostra, è lì che dobbiamo iniziare a farci qualche domanda. Ci dobbiamo dare la possibilità di amare ed essere amati. Bisogna volersi bene per attirare una persona che veramente ti vuole bene e con la quale costruire un qualcosa.   

“Non solo cantante, ma sei anche autore e produttore per diversi artisti di Sony Music e Universal Music e anche regista. Di cosa proprio non potresti fare a meno?”

Sicuramente la musica è la mia prima priorità. Io non riesco a non scrivere, cantare o produrre canzoni. Di per sé, però, io amo la libertà di espressione e nel mio caso può essere la regia di un video, la produzione o lo sviluppo stesso di un brano per un altro artista. Io amo lavorare con altri artisti perché all’inizio della stesura del brano c’è proprio un dialogo con l’altro, mettendosi insieme per creare un messaggio che può arrivare a più gente possibile. 

“Il genere musicale che ti contraddistingue è l’insieme del soul con melodie più fresche, di stampo pop elettronico. Quali sono state le tue influenze musicali?”

Ho avuto una fortuna enorme nella vita: sono nato in una famiglia di musicisti. Dalla parte di mia mamma, zii e cugini sono tutti musicisti e ho avuto la fortuna di assorbire molti generi diversi. Sono nato in Calabria e lì c’è una musica folk con influenze arabe, che ricordano un po’ il flamenco. Queste sono sicuramente le influenze che mi hanno fatto crescere e le sento mie. Crescendo e lavorando in giro per il mondo, ho poi imparato veramente tanto e mi sono appassionato alla musica elettronica. Non posso fare a meno nei miei brani di unire la musica elettronica con queste referenze di vita, ovvero i suoni della mia Calabria. 

Per recuperare tutte le interviste passate clicca qui. Appuntamento con la Hit Chart Top 20 ogni lunedì in diretta dalle 20 alle 22 su SPREAKER e sul nostro sito ufficiale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *