La Rappresentante di Lista: “E’ spiazzante il successo che ha ottenuto ‘Ciao ciao’ e ci riempie di gioia il fatto che tutti la ballano.”

La Rappresentante di Lista, con la sua seconda partecipazione al Festival di Sanremo 2022, ha ottenuto grandi consensi con il brano “Ciao ciao” che si appresta a diventare uno dei tormentoni di questa edizione.

Dopo l’enorme apprezzamento con “Amare” nell’edizione 2021, La Rappresentante di Lista ha deciso di giocare un po’ in modo scherzoso su una possibile fine del mondo, non troppo distopica, costruendo un brano allegro e brioso con tanto di coreografia.

La Rappresentante di Lista
La cover ufficiale del brano de La Rappresentante di Lista “Ciao ciao” che hanno portato in gara a Sanremo 2022

In meno di una settimana dalla loro pubblicazione, il brano de La Rappresentante di Lista “Ciao ciao” ha ottenuto più di due milioni di streaming, diventando il terzo singolo più venduto in Italia e il secondo in assoluto dei brani di Sanremo 2022.

Dario Mangiaracina ha affermato in conferenza stampa che “volevamo fare un Sanremo con uno spirito più leggero rispetto a quello dell’anno scorso; presentando un’altra sfaccettatura de La Rappresentante di Lista. Il messaggio di ‘Ciao ciao’ è passato e credo sia nei contenuti che nella leggerezza dell’impianto coreografico pensato per la partecipazione.”

Veronica Lucchesi ha aggiunto anche che “abbiamo un bellissimo team di lavoro, che ha sempre lavorato con qualità per quanto mi riguarda e volevamo ringraziare tutti dal profondo del cuore. E’ bello portare messaggi e l’ambizione di poter ampliare la propria platea con il mercato estero è da sempre un nostro desiderio.”

Si era vociferato che La Rappresentante di Lista potesse rappresentare San Marino ai prossimi Eurovision Song Contest 2022, così come si vocifera di nomi quali Valerio Scanu, Francesco Monte e Achille Lauro, come svelano i colleghi di imusicfun. “Amiamo moltissimo le cover in inglese e il nostro gusto è giustamente più internazionale. La musica indipendente passa molto nelle radio all’estero e guardiamo con amore questo sistema, mentre in Italia è più difficile avere delle radio dedicate e passare in quelle mainstream è più complicato.”

La Rappresentante di Lista
Dario e Veronica de La Rappresentante di Lista durante la conferenza stampa per “Ciao ciao” in gara a Sanremo 2022

Nella serata delle cover hanno realizzato una meravigliosa versione di “Be my baby” insieme a Margherita Vicario, Ginevra e Cosmo, realizzando una performance da club incredibile era stata scelta prima della scomparsa dell’artista Ronnie Spector e stanno pensando di inserirla anche nel repackaging di “My mama” nel quale ci saranno anche altre chicche, oltre al brano “Ciao ciao”.

“E’ spiazzante il successo che ha ottenuto ‘Ciao ciao’ e ci riempie di gioia il fatto che tutti la ballano.” hanno detto i ragazzi de La Rappresentante di Lista. “Sapevamo di avere una canzone divertente, ma l’effetto sugli altri era un terno al lotto.” Dario ha poi aggiunto che “sulla base strumentale volevo parlare di fine del mondo, di corpo e di temi che ci sono cari. E’ un prolungamento di “Maimamma”, il nostro primo romanzo, dove si parla di una crisi che coinvolge l’ambiente e l’essere umano. Parla di corpo perché fa esperienza della vita e volevamo inserirlo nel testo, senza creare coreografia gigantesca, ma che fosse un po’ come un bambino e una bambina.”

Nella scrittura de La Rappresentante di Lista ci sono sempre citazioni e rimandi al cinema, perché i ragazzi pensano sempre a delle scene mentre scrivono i brani: “In ‘Ciao ciao’ possono essere presenti rimandi ad ‘Anna’ di Ammaniti e ‘Don’t look up’, perché noi siamo sempre appassionati dei dettagli e quando prepariamo uno spettacolo o una performance pensiamo davvero a tutto, dai costumi, agli strumenti da suonare, ai colori.” ha detto Veronica.

C’è un riferimento alla crisi e a quello che sta succedendo in questo periodo, “ma non si parla di un futuro distopico, ma dovuto a problematiche ambientali che stiamo già vivendo noi e non che vivranno i nostri figli e i nostri nipoti. Presentarsi per la seconda volta in un anno all’Ariston è una bellissima opportunità ed ogni performance diversa, con abiti sempre nuovi crea dei ‘limiti’ anche nei movimenti e quindi trasforma la performance ogni volta, non rimanendo mai sempre uguale.

Matteo Magazzù

Speaker e attore romano, ama la musica, il teatro, l'arte, il cinema, la televisione.

View All Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *