Edizioni Curci ottiene la doppietta delle candidature ai David Di Donatello 2022 con le colonne sonore di “Freaks out” e “Diabolik”

Edizioni Curci

Sono state divulgate lo scorso lunedì 4 aprile, le candidature ai Premi David di Donatello 2022, dove le Edizioni Curci concorrerà contro se stessa nella categoria “Miglior compositore”.

Sono state infatti nominate, nella sezione ‘miglior compositore’ infatti sia Michele Braga e Gabriele Mainetti per il film “Freaks out”, che Pivio & Aldo De Scalzi per il film “Diabolik”, entrambe le colonne sonore edite da Edizioni Curci.

Edizioni Curci
Carlo Conti e Drusilla Foer durante l’annuncio delle cinquine dei nominati ai David Di Donatello 2022

Una tradizione, quella delle composizioni di colonne sonore originali, che rappresenta una delle punte di diamante del business Curci di un secolo fa, e che la Casa Editrice ha rispolverato con grande fiducia e coraggio. Gli ultimi anni sono stati caratterizzati da una semina costante in termini di qualità e di rapporti che hanno portato Curci a essere un riferimento importante per compositori di colonne sonore, registi e case di produzione.

Soprattutto da qualche anno a questa parte, Edizioni Curci ha sostenuto il cinema e la cultura italiana supportando con forza e convinzione i compositori e le loro colonne sonore, producendo e promuovendo sia quelle di piccole produzioni orientate verso tematiche sociali, sia colonne sonore di grandi produzioni. Nonostante il momento di grande crisi di quest’ultimo periodo, infatti, l’impegno di Curci nel sostenere e valorizzare il talento dei compositori non è mai venuto meno, e questo è lo spirito che Edizioni Curci vuole mantenere in tutti i progetti futuri.

Entrambi i film tra l’altro hanno fatto incetta di nominations: “Freaks out” di Gabriele Mainetti, che attualmente è visibile in streaming su Sky o Prime Video, ha conquistato 16 nominations totali, tra cui ‘miglior compositore’ a Michele Braga e Gabriele Mainetti appunto; mentre “Diabolik”, a noleggio su Chili, si è aggiudicato 11 candidature tra cui ‘miglior compositore’ a Pivio & Aldo De Scalzi. Entrambe le colonne sonore dei film sono edite da EDIZIONI CURCI (insieme a GOON FILMS per Freaks Out e a CREUZA per Diabolik).

Michele Braga e Gabriele Mainetti hanno reso la colonna sonora di “Freaks Out” un elemento protagonista e di assoluto rilievo all’interno del film, unendo elementi della nostra tradizione musicale ad un sound più contemporaneo e passando attraverso le riletture di grandi classici. Una continua ricerca, una miscela sonora tra diversi generi musicali che rendono le musiche adatte al racconto di un film che unisce la storia con il fantasy.

Tradizione e contemporaneità si intersecano tra loro all’interno di tutto il racconto, e così che lo spettatore viene trasportato in una vera e propria altra dimensione. Tutti gli elementi sono stati analizzati e definiti con grande ricerca, tanto da aver trovato un timbro e un tema specifico per ogni personaggio e momento chiave del film. La colonna sonora, in occasione della 78° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, si è aggiudicata anche il premio Soundtrack Stars Award 2021 ideato dall’agenzia Free Event, che decreta la migliore colonna sonora tra i film in Concorso.

 

La colonna sonora originale di Diabolik realizzata da Pivio & Aldo De Scalzi è stata pensata e concepita alla fine del 2019, per poi essere realizzata nel 2020 avendo come fonte d’ispirazione certe soluzioni timbriche adottate da Bernard Herrmann e con un occhio di riguardo alle atmosfere “action” tipiche di compositori come Lalo Schifrin, con l’idea di una struttura musicale complessiva che coinvolgesse una grande orchestra sinfonica.

La colonna sonora, inoltre, è stata sviluppata attorno ad un tema centrale ricorrente. Per garantire l’ambiente più sicuro possibile per chi avrebbe eseguito gli oltre 100 minuti di musica originale composta, è stata smembrata l’orchestra, inizialmente pensata per un organico numericamente davvero importante, in micro gruppi di non più di 5 o 6 persone alla volta. E, incredibilmente, il risultato finale suona esattamente come se tutta l’orchestra fosse stata coinvolta nella stessa sessione di registrazione.

Chi la spunterà verrà reso noto solo tra un mese circa quando su Raiuno, presentati da Carlo Conti e Drusilla Foer, verranno svelati i vincitori dell’edizione 2022 dei David Di Donatello.

Per leggere tutte le notizie legate al cinema e alla televisione, clicca qui.

Matteo Magazzù

Speaker e attore romano, ama la musica, il teatro, l'arte, il cinema, la televisione.

View All Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *