Eurovision Song Contest 2022: video intervista a Vladana, in gara per il Montenegro all’ESC2022

Vladana

Il Montenegro ritorna in gara all’Eurovision Song Contest 2022 di Torino e lo fa con Vladana, che rappresenterà il suo paese con l’emozionante e toccante “Breathe” di cui ha registrato anche una versione totalmente in italiano dal titolo “Respira”.

In attesa di seguire in diretta sulla nostra pagina ufficiale facebook, martedì 10, giovedì 12 e sabato 14, dalle 20.00 gli speciali dedicati a ESC2022, Matolas ha incontrato Vladana che gareggerà con il brano “Breathe”.

Vladana
Ecco la cover del brano che Vladana porterà in gara per il Montenegro all’Eurovision Song Contest 2022 intitolato “Breathe”

Ecco quello che ci ha raccontato Vladada (dopo il video la versione in inglese):

“Diamo il benvenuto a Vladana che rappresenterà il Montenegro per l’Eurovision Song Contest 2022. Cosa ti aspetti da questa esperienza?”

E’ un immenso onore rappresentare il mio paese: il mio obbiettivo primario è quello che il messaggio della mia canzone arriva al maggior numero di persone, dato che il pubblico dell’Eurovision è davvero immenso. Spero di riuscire a trasmettere a chi mi ascolterà le mie emozioni; sono concentrata per fare una buona performance e cantare al meglio. Siamo un paese molto piccolo; su dodici partecipazione, siamo arrivati in finale solo due volte quindi è molto difficile per noi riuscirci; ma se ce la dovessi fare sarebbe un successo già quello sia per me che per il Montenegro. Ma non mi sto focalizzando sulla classifica. 

“Come è nata “Breathe” e come mai l’hai scelta per gareggiare all’Eurovision Song Contest 2022?”

Credo che molti fan dell’Eurovision lo sappiano già ma fondamentalmente nasce da un’esperienza personale. Ho perso mia mamma lo scorso Novembre a causa del Covid e non ho potuto dirle addio come si deve e starle accanto fino all’ultimo. Così ho voluto scrivere questo brano in suo onore e per tutte le persone morte per il Covid e che hanno dovuto affrontare questa terribile agonia: è stata per ventotto giorni in ospedale senza che potessi vederla e dirle addio.

“Breathe” è un brano affinché nessuno si dimentichi di loro perché sfortunatamente diventano semplice un numero all’interno dei 6 milioni di morti che ci sono stati nel mondo. E’ come se fosse stata una guerra perché molte persone che ora non ci sono più forse sarebbe potuto essere ancora accanto ai loro cari. E’ un omaggio a lei e a tutte le persone colpite in questi due anni. 

“Hai pubblicato anche la versione italiana di “Breathe”, intitolata “Respira”, che è molto più orchestrale. E’ stato difficile registrarla in italiano? Quale versione canterai sul palco di Torino?”

Non è stato assolutamente difficile, anzi! Ho studiato Italiano per sei anni a scuola perché il Montenegro è molto vicino all’Italia e per questo conosciamo bene la lingua, che è molto melodiosa, e conosciamo molti programmi della vostra RAI. Ho scelto di cantarla in italiano con un’orchestrazione maggiore perché era la versione migliore per l’emozione che volevo trasmettere. Penso che se arriverò in finale proverò a fare un mix delle due versioni magari, ma devo controllare ancora bene le regole della gara se me lo permetteranno. 

“Sei mai stata in Italia prima di questa occasione? Conosci qualche artista italiano con il quale ti piacerebbe collaborare per un duetto?” 

Ovviamente ci sono stata! Più o meno me la sono girata quasi tutta, ma ammetto di non essere mai stata né a Roma né a Torino, e quindi non vedo l’ora di conoscere la città piemontese e subito dopo assolutamente rimediare per visitare Roma durante l’estate; anche perché il volo dalla capitale del Montenegro è solo un’ora; non ho scuse. Mi piacerebbe molto duettare con Laura Pausini and Eros Ramazzotti; ma senza dimenticare Elisa e Giorgia: pensate che in Montenegro l’edizione più vista in assoluto del Festival di Sanremo è quella del 2001 dove vinse Elisa con “Luce” e Giorgia arrivò seconda. Davvero era impossibile scegliere!

“A parte il tuo brano, quale preferisci di più di questa edizione? C’è qualcuno che temi di più?”

Ho ascoltato e continuo ad ascoltare tutte le canzoni ed ogni volta mi piacciono sempre di più tutte! Sono tutte incredibili e diverse tra loro; c’è una vastissima scelta di brani molto belli quest’anno. Ma se devo scegliere tre tra le mie preferite ti direi Maro del Portogallo; Ochman con “River” per la Polonia e Mahmood e Blanco con “Brividi”; non è un caso che siano tutte e tre ballad! 

“Purtroppo stiamo vivendo tutti un’incredibile guerra ancora nel 2022. Cosa ti senti di dire a riguardo? Credi che la musica possa essere d’aiuto e salvare il mondo?”

Noi tutti speriamo che la musica possa salvare il mondo, ma oggigiorno i politici sono completamente pazzi, pensando soltanto a loro stessi e non al proprio popolo; è veramente molto triste. E’ veramente difficile e vedo i ragazzi della Kalush Orchestra, che rappresentano l’Ucraina, cercare di cantare per le loro persone in difficoltà e credo sia una prova ancora più complicata per loro e che mi rattrista molto. Spero tutta questa follia possa finire il prima possibile, perché anche se non precisamente in Montenegro, ma con la guerra dei Balcani in Jugoslavia e Bosnia fu un’esperienza orribile anche per noi, con le bombe che cadevano sopra quelle persone. 

“E ora è il tuo momento per l’APPELLO PER FARTI VOTARE: dì quello che vuoi per ricevere voti da tutta Europa!”

Spero che il Montenegro possa entrare in finale per l’Eurovision Song Contest e che l’Italia possa votare per noi. E spero anche che all’Italia piaccia la versione italiana di “Breathe”, ovvero “Respira”, ma ho già ricevuto tanti messaggi di italiani che mi hanno fatto i complimenti perché hanno detto essere una versione perfetta per Sanremo e quindi spero di poter cantare la versione italiana nella finale.

“Please welcome Vladana who represents Montenegro for the Eurovision Song Contest 2022. What do you expect from your participation?

It is an honor to represent my country. I just want to share the message of my song with the audience because it is a big audience. And I want to transfer my emotion to the people. I wanna have a good performance and sing well. We are a really small country and it is very difficult for us to enter the finals. If we entered this year it will be a great success for Montenegro and it is like we won. But I don’t really care about the ranking.

“Would you like to talk about your song “Breathe”? How did you choose it for the Eurovision?”

I think that most of Eurovision fan already know. My mom died from covid last November. I couldn’t say a word and I write a song in her honor and to all the people that died from covid and went through this agony. She was for 28 days in hospital and I couldn’t see her and say goodbye. Not to forget them ever. Unfortunately, they only became numbers 6 million of them. It felt like a war because many people could have lived today without it. It is an homage to her and everyone involved.

“You published also an Italian version of “Breathe”, called “Respira”, with more Orchestra. Is it difficult to record it in Italian? Will you sing the Italian or English version on Turin’s stage?”

Of course it is not difficult; for me it is easier. I have learnt Italian in school for 6 years. Montenegro is close to Italy so we all know the language and the language is very melodic. I choose Italian because personally it is more emotional that version. I am thinking of singing maybe a part in Italian but I still don’t know as I don’t know the rules yet.

“Have you ever been in Italy before? Do you know some Italian artists? Whom would you like to do a duet with?”

Of course I have been. Almost throughout Italy. I haven’t been to Rome nor Turin but I am looking forward to go to Turin and definitely Rome: I am finally planning Rome in the summer as it is just an hour flight away from my capital city. I would love to do a duet with Laura Pausini and Eros Ramazzotti. The most watched Sanremo in Montenegro was the one where Elisa won with “Luce” and Giorgia came second. Two incredible artists.

“A part for your song, which one in the competition do you like the most? And who are you scared of?”

I am listening more to the songs and I like them all! They are so different. This year we have really good songs. One of my favourite is the Portuguese. Others are like “River” from Poland and “Brividi”. All 3 ballads!!

“We’re all living bad times with this incredible war. What would you like to say about it? Could music save and unite the world?”

We all hope that music can save the world. But nowadays politicians are so crazy and they only think about themselves and not their people. That is so sad. If I was from Ukraine I see those guys from Kalush Orchestra that are trying to sing for their people it is really difficult and sad. I really hope that this will end soon. I am from Balkans and we had wars around Montenegro Jugoslavia and Bosnia and it was horrible with the bombs falling over them.

“And now it’s your time to CALL TO VOTES! Say what you want in order to receive votes from all over Europe!”

Spero che Montenegro entrerà nella finale di Eurovision e che l’Italia possa votare per Montenegro. E spero anche che all’Italia piaccia la versione Italiana di “Breathe” con “Respira”. I’d really hope that “Respira” is going to be liked to Italy and it is already because I have already received messages from Italy where they say that they really liked the song and it is like a Sanremo version of it. I hope to have the opportunity to sing the Italian version in the final.

Per tutte le news riguardanti l’Eurovision Song Contest clicca qui.

Matteo Magazzù

Speaker e attore romano, ama la musica, il teatro, l'arte, il cinema, la televisione.

View All Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *