Straid: “Scrivere canzoni mi libera la testa e mi dà serenità e pace. Spero che la mia musica faccia lo stesso effetto a chi l’ascolta.”

Straid

Nuovo appuntamento della Hit Chart Top 20 e nuovi ospiti da conoscere durante la puntata: questa settimana è il turno di Straid che ci ha presentato il suo ultimo singolo “Luce cannella”.

Con Straid abbiamo parlato non solo di come è nato il suo ultimo singolo, ma anche delle anticipazioni riguardo l’EP “Fantasmi”, il rapporto tra la musica e le situazioni difficili e dei risultati dell’Eurovision Song Contest 2022; oltre ai progetti futuri.

Straid
Ecco la cover ufficiale del nuovo singolo di Straid dal titolo “Luce cannella”

 

Ecco quello che ci ha raccontato Straid durante l’intervista:

“Siamo in compagnia di Straid che ci presenta il suo nuovo singolo “Luce cannella” uscito il 6 maggio. Hai dichiarato che è al 99% una ricerca interiore di un senso e all’1% una canzone. Ce lo vuoi spiegare meglio?”

Fino all’anno scorso avevo un altro progetto musicale con un altro ragazzo. Ci siamo trovati poi davanti un muro e abbiamo cambiato, ma a me scrivere mi diverte molto, ne sento la necessità e quindi tutte le canzoni da “Luce cannella” a tutte quelle sull’EP, mi servono per farmi stare bene, mi alleggeriscono e mi permettono di trovare pace e serenità. Uno sfogo, una liberazione da vari pensieri.

“E’ il brano che anticipa il tuo nuovo EP “Fantasmi” in uscita il 3 giugno. Cosa ci puoi svelare in anteprima del nuovo percorso musicale?”

Non vedo l’ora che esca, perché ho lavorato tantissimo a queste quattro canzoni, affinché fosse un punto di inizio di tutto il lavoro che verrà poi. Sono tutte canzoni ‘immature’, nate molto di getto, di impatto, quando abbiamo iniziato ad impostare il progetto e che spero possano trasmettere quel senso di pace e serenità che fanno sentire a me.

“Hai detto che la musica è stata molto importante per la tua vita soprattutto in alcuni momenti complicati. Tra pandemia ed ora guerra, la musica in qualche modo può servire ad unire il mondo e dare forza e speranza alle persone?”

Penso e spero proprio di sì. La musica per forza di cose è unione: è un lavoro di squadra e per citare la vittoria dell’Ucraina è una cosa bella, anche se tutti non l’hanno percepita così. E’ una domanda molto difficile in realtà a cui rispondere, ma assolutamente la musica ha lo scopo di unire.

“Sabato si è svolto l’Eurovision Song Contest che ha visto trionfare i Kalush Orchestra in rappresentanza dell’Ucraina. Hai seguito l’evento? Cosa pensi del brano e di questa vittoria? Pensi ci sarebbe stato un altro esito se non ci fosse stata la situazione attuale?”

Ho seguito l’Eurovision ma il brano che mi è piaciuto molto e che ho ascoltato tanto nelle cuffie è quello di Amanda Tenfjord con “Die together”. Rispetto la vittoria dei Kalush Orchestra con “Stefania”, perché in questo periodo così complicato di guerra, la loro vittoria è un segnale forte e importante, quindi anche un po’ dovuto forse. Spero comunque che questi segnali arrivino anche e soprattutto da altre parti e non solo dall’arte.

Non sono un amante delle melodie ucraine in generale, ma il brano e la performance sono state esplosive. Non sempre se non capisci un testo o una lingua il testo sia stupido o banale; sarebbe meglio pensare meno al marcio ovunque e più godersi quello che si ascolta. Ho apprezzato molto anche il brano di Mahmood & Blanco “Brividi” anche se devo ammettere che i Maneskin sono assolutamente di un altro pianeta, dei veri animali da palcoscenico.

“Dopo l’uscita dell’EP ci saranno delle date live in giro per l’Italia per presentare il nuovo lavoro? Come ti stai muovendo per l’estate?”

In questo momento ho un paio di date che però non posso ancora dire e svelare, ma ce ne saranno sicuramente alcune in Toscana. Al momento siamo molto concentrati per l’EP e la loro uscita, ma diciamo per concentrarci bene per il live, a cui tengo parecchio, se ne parlerà meglio da ottobre e sicuramente nell’estate prossima ancora da maggio a fino quando non mi stancherò.

Per recuperare tutte le interviste passate clicca qui. Appuntamento con la Hit Chart Top 20 ogni lunedì in diretta dalle 20 alle 22 su SPREAKER e sul nostro sito ufficiale.

Matteo Magazzù

Speaker e attore romano, ama la musica, il teatro, l'arte, il cinema, la televisione.

View All Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *