Cate: “‘Amati e vai avanti’ è un brano che ho scritto in dieci minuti. Mi è venuto e l’ho scritto di getto, portando fuori tutti i miei pensieri.”

Cate

Nell’ultima puntata della scorsa settimana, abbiamo conosciuto la giovanissima Cate che ci ha presentato il suo nuovo brano, la ballad “Amati e vai avanti”.

Con Cate, oltre a parlare di come sia nato il suo nuovo brano, abbiamo parlato della sua passione per la musica, delle collaborazioni e del possibile sogno Sanremo.

Cate
Ecco la cover ufficiale dell’ultimo singolo di Cate dal titolo “Amati e vai avanti”

Ecco quello che ci ha raccontato Cate durante l’intervista:

“Diamo il benvenuto a Cate che il 26 ottobre ha pubblicato il suo nuovo brano “Amati e vai avanti”, che già nel titolo esprime tutta la forza e il dolore per la fine di una relazione; scritta tra l’altro a 14 anni. Ci racconti meglio di questo brano?”

Come tutto quello che scrivo in realtà, “Amati e vai avanti” è nato in modo semplice e di getto; ad un certo punto ho preso e ho scritto i miei pensieri e i miei sentimenti. Così tutto quello che mi è venuto in mente l’ho scritto e poi è uscito questo brano. Era il giorno prima di lasciare la mia ragazza del tempo e l’avrò scritto in dieci minuti, a voler esagerare, con chitarra e voce.

“A dieci anni, nel 2015, ti sei trasferita a Bruxelles dove hai studiato chitarra e ti sei diplomata quest’anno. Quali sono i pregi e i difetti di vivere la musica all’estero e nel nostro paese?”

Oddio, difficile… In realtà io a Bruxelles non volevo andarci, stavo benissimo a Roma, dove studiavo pianoforte. Dopo che mi sono trasferita a Bruxelles ho smesso di studiare pianoforte, ma ho continuato ad essere legata alla musica italiana in maniera molto forte, ascoltando praticamente solo quella. La mia esperienza a Bruxelles non è stata molto multiculturale dal punto di vista musicale. Ho continuato a seguire l’indie italiano, il cantautorato italiano e il rap.

“Hai vinto il concorso all’Honiro Song Contest ed Ariete ti ha fatto salire sul suo palco durante un concerto per cantare un brano. Qual è l’artista nazionale e internazionale con il quale ti piacerebbe collaborare?”

Artisti italiani tantissimi: ascoltando tantissima musica indie, potrei fare i nomi di Ariete, Madame, Ultimo, che per me è un artista sicuramente irraggiungibile, però magari, in un futuro… Sarebbe un sogno. Di internazionale, un’artista da sogno sarebbe Billie Eilish.

“Sono stati svelati i nomi dei primi 8 finalisti di Sanremo Giovani 2022. Qual è il tuo pensiero su Sanremo? E’ un palco che ti piacerebbe calcare in futuro?”

A chi non piacerebbe? Certo che mi piacerebbe parteciparvi: Sanremo l’ho sempre visto, ed è per qualsiasi artista italiano un sogno, ma non ho neanche l’età per iscrivermi a Sanremo Giovani. Quindi per il momento rimarrà un sogno.

“Invece cosa pensi dei talent show e dei social network? Sono fondamentali oggi come oggi per chi vuole fare musica secondo te?”

Domanda difficile. I social sono il mezzo più potente che abbiamo al momento per comunicare, per conoscere, farsi conoscere, imparare anche. Quindi i social direi di si. Sui talent invece non ho un giudizio troppo positivo; non mi piacciono troppo, fanno prodotti un po’ tutti uguali secondo me. Non ne sono fan, diciamo così.

Per recuperare tutte le interviste passate clicca qui. Appuntamento con la Hit Chart Top 20 ogni lunedì in diretta dalle 20 alle 22 su SPREAKER e sul nostro sito ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *