Sanremo 2021: sarà il Festival della Consapevolezza. Tutte le novità della conferenza stampa

Sanremo 2021

Esattamente un anno e un giorno dopo la proclamazione di Diodato con “Fai rumore”, vincitore dell’edizione 70 del Festival di Sanremo, c’è stata la prima conferenza ufficiale di Sanremo 2021, alla cui guida sono confermati Amadeus e Fiorello.

Con la conferenza di oggi, parte ufficialmente Sanremo 2021, anche se sarà per la prima volta un’edizione completamente stravolta a causa del perdurare della pandemia di Covid e a causa delle numerose (e sterili) polemiche legate al Festival nelle ultime settimane.

Per la prima volta il consueto appuntamento con la conferenza stampa, ad un mese circa dall’inizio del Festival e che normalmente si tiene al Casinò di Sanremo, con tanto di photo call, è in diretta dalla Sala degli Arazzi della Sede Rai di Viale Mazzini alla presenza del direttore artistico e conduttore Amadeus e con Stefano Coletta, direttore di Raiuno e con Paola Marchesini direttrice di Radiodue; in collegamento da Sanremo invece il sindaco Alberto Biancheri.

“Sarà il Festival della Consapevolezza, più che della Rinascita purtroppo” ha commentato aprendo la conferenza, Stefano Coletta “Venendo questa mattina qui a Viale Mazzini per la conferenza stampa di Sanremo 2021 pensavo che l’evento dell’anno scorso è stato l’ultimo momento di condivisione piena che abbiamo avuto tutti quanti e che ha adunato tutte le differenze davanti alla tv, giovani e anziani. Ad un anno esatto dallo scompaginamento delle nostre vite private e pubbliche, ci prepariamo a questo Sanremo 2021 come momento di unione del paese.”

E riguardo le varie polemiche, che mai come quest’anno, attraversano il Festival di Sanremo, Coletta aggiunge: “Saltare il rituale delle cosiddette canzonette avrebbe significato allargare il senso di disorientamento del paese. Per questo ringrazio Amadeus e tutta la squadra che lavoreranno con grande lena per fare cinque serate, tenendo conto della situazione, ma che siano un momento di evasione e spettacolo per far sentire gli spettatori chiusi a casa meno soli. E’ un dovere del servizio pubblico.”

Un momento di evasione ed unione che sarà visto, o meglio ascoltato, anche attraverso la radio con Radiodue che coprirà quasi 100 ore di dirette nella settimana festivaliera legate proprio a Sanremo 2021. Tra gli appuntamenti più particolari enunciati dalla direttrice Marchesini ci sono gli Autogol “che dalle 19:45 alle 20:45 ogni sera si dedicheranno alla passione ‘Festival’ rispetto a quella consueta del calcio, commentando Sanremo 2021 in modo anti convenzionale.”

Per il secondo anno invece Andrea Delogu, Ema Stockholma e Gino Castaldo saranno all’interno dell’Ariston per intervistare gli artisti che si esibiranno e commentare le cinque serate del Festival per il pubblico radiofonico. Ma non saranno gli unici a “co-abitare” nell’Ariston: dal 27 febbraio partirà anche #PrimaFestival, quest’anno condotto da Giovanni Vernia, Giovanna Civitillo e Valeria Graci, che dopo le esperienze attorno al Teatro Ariston, quest’anno trasmetterà dal mezzanino del teatro.

A proposito delle polemiche sulla presenza di Giovanna, moglie di Amadeus, alla conduzione del #PrimaFestival, il direttore artistico ha così risposto: “Rai Pubblicità e Suzuki volevano anche Giovanna, e la cosa mi ha fatto molto piacere. Ha una sua vita indipendente; si dice spesso che sia la moglie di Amadeus ma ha una carriera autonoma ben precedente alla nostra unione. Alle polemiche sorrido. Molto spesso ci si scandalizza più della moglie che non dell’amante.”

E sulle polemiche entra a gamba tesa Fiorello, mattatore con Amadeus anche del Sanremo 70+1: “Amadeus è lo swiffer delle polemiche; ogni giorno una polemica da agosto: e Morgan, e il pubblico, e i figuranti, e lo faccio, e non lo faccio, e Ibrahimovic che litiga, e Fedez che fa ascoltare 10 secondi. Era meglio quando eri solo sessista.”

Sanremo 2021
“Amadeus è lo swiffer delle polemiche. Lo preferivo l’anno scorso quando era solo sessita” ha scherzato Fiorello imitando poi anche Achille Lauro e prendendo in giro il linguaggio forbito del direttore di Raiuno Stefano Coletta

L’ironia e l’autoironia saranno sicuramente la chiave anche di questo Festival, come fu l’anno scorso e si nota anche già dal primo promo dell’evento in cui Fiorello, con una maschera di Matteo Renzi, scherza su coloro che vanno sempre contro il Festival in un ‘boicottaggio di Sanremo’. Oltre ad Ama e Fiore però per tutte e cinque le serate sono confermati Ibrahimovic, in una veste inedita, ed Achille Lauro che regalerà cinque quadri/performance.

Sanremo 2021
Un’immagine della scenografia futuristica firmata da Gaetano e Chiara Castelli per Sanremo 2021

Il tutto sarà all’interno di una cornice futuristica, firmata da Gaetano e Chiara Castelli, che unirà modernità e tradizione: sarà un involucro molto particolare che sarà ripreso non solo dall’esterno, ma anche, per la prima volta, dall’interno permettendo di entrare proprio nella nuova scenografia, presentata con un video sulle note di “Blade Runner”.

“Sarà un festival unico nel suo genere, e ce lo auguriamo tutti, perché l’anno prossimo si torni alla normalità di un Festival con la gente e gli assembramenti che conoscevamo benissimo. Siamo consapevoli di dover trovare equilibrio tra 75 pagine di protocollo e lo show, ma le persone vorranno vedere qualcosa per distrarsi e di spensieratezza.” ha detto Amadeus.

“L’improvvisazione sarà indispensabile per rendere show imprevedibile ma con una base di certezza sicuramente. Stiamo lavorando anche sugli ospiti musicali, ce ne sono con una dominanza italiana ma se ci fosse opportunità di grande nome internazionale perché no. Posso confermare chi è stato già contrattualizzato come Ornella Vanoni, che sarà protagonista al sabato sera; ma ci saranno anche i Negramaro e Alessandra Amoroso (senza Emma, almeno al momento).”

“Le canzoni scelte quest’anno nei testi sono il risultato anche di quello che si è visto: sono canzoni d’amore. Alla solitudine e isolamento si risponde così, con il sentimento” ha aggiunto Stefano Coletta che cita anche un poeta ligure, Montale ovvero “La vita coincide nel superamento delle difficoltà.”: “abbiamo unito un codice di stessa passione per non lasciare soli gli italiani.”

Per il sindaco Biancheri“Sarà un Festival in tono minore all’esterno, ma dentro l’Ariston sarà un grande evento. Non bisogna per forza blindare una città per essere sicuri, ma sarà tutto strettamente monitorato con grande attenzione. Speriamo possa partire da Sanremo un messaggio di speranza.”

E sulla speranza torna anche Amadeus riguardo il discorso dei teatri e dei cinema ancora chiusi nuovamente da più di tre mesi: “L’intenzione e speranza era che teatri e cinema, chiusi da un anno, potessero poi aprire e tornare. Vederli chiusi da così tanto tempo è per me un grande dispiacere; mi auguro che possano riaprire presto. Se avere l’Ariston vuoto permetterà le aperture noi saremo felicissimi.

Sanremo 2021
“Se avere il Teatro Ariston senza pubblico possa servire per sensibilizzare sulla riapertura di teatri e cinema, che qui in Italia sono stati un po’ abbandonati, ben venga” ha ribadito Amadeus

Teatri e cinema sono stati abbandonati quest’anno; all’estero, mia figlia è in Spagna, con le dovute accortezze sono aperti. L’Ariston è comunque un teatro di posa, uno studio televisivo, durante il Festival di Sanremo. Non deve essere una lotta fratricida ma che possa servire per sensibilizzare e dare forza a cinema e teatri affinché possano riaprire.”

Per quanto riguarda le fughe di notizie riguardo due possibili super ospiti come Adriano Celentano e Roberto Benigni, il direttore artistico di Sanremo 2021 dice “Provo dispiacere quando c’è una fuga di notizie perché non fa bene a chi fa il nostro lavoro. Sono incontri che vanno avanti da mesi. Siamo in attesa di una risposta. Spero sarà positiva.” Ma tra gli omaggi che ci saranno Fiorello ha proposto uno a Little Tony, troppo spesso dimenticato, e che oggi, 9 febbraio, avrebbe compiuto 80 anni.

Sarà sicuramente un Festival particolare, diverso per chi da anni è abituato a viverlo lavorativamente parlando e per chi lo segue con passione da casa, ma  ci auguriamo che possano essere cinque serate allegre e con buona musica, nella speranza di tornare a sognare tutti insieme.

 

2 comments on “Sanremo 2021: sarà il Festival della Consapevolezza. Tutte le novità della conferenza stampa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *