Masa Squiat: “Cercando me” è un viaggio dentro se che parte dalla fine di una storia d’amore, ma tocca tanti temi.

Masa Squiat

Ospite dell’ultima puntata della Hit Chart Top 20 è stato il rapper torinese Masa Squiat che ci ha presentato il nuovo singolo “Cercando me”.

Masa Squiat, oltre a raccontarci di come sia nato il suo ultimo brano, ha parlato anche delle sue collaborazioni dei sogni e dei progetti futuri riguardanti la musica.

Masa Squiat
Ecco la cover ufficiale del nuovo singolo di Masa Squiat “Cercando me”

Ecco quello che ci ha raccontato Masa Squiat in radio

“Diamo il benvenuto a Masa Squiat che il 19 marzo ha pubblicato il nuovo singolo “Cercando me”, che consigli di ascoltare di notte per comprenderlo al meglio. Com’è nato questo brano?”

Questo brano l’ho scritto alla fine del 2019, esattamente a dicembre, me lo ricordo molto bene. Era un periodo particolarmente ‘dark’ e buio. L’ho scritto in una sera: parla della fine di una relazione con una ragazza, ma da lì si aprono altri concetti, altri discorsi. E’ un pezzo a cui tengo molto. 

“Nella canzone infatti affronti tanti temi, partendo dalla delusione e solitudine di una relazione finita, ma anche la paura della morte, la sensibilità, l’apatia… in un viaggio per conoscersi e cercarsi. Tu sei riuscito a trovarti completamente? Come hai affrontato questo periodo così difficile per tutti?”

Da quando ho scritto quel pezzo ad oggi è passato poco più di un anno e fortunatamente posso dire di aver trovato me stesso e questo è già buono. Il Covid paradossalmente mi ha aiutato perché, stando a casa parecchio tempo a scrivere e registrare, ho avuto modo di far tanta musica, cosa che prima vuoi per il lavoro, vuoi per gli impegni, era difficile ed è più un hobby che un lavoro vero e proprio. E’ stato prolifico.

“Sei giovanissimo, ma in passato hai avuto la possibilità di aprire diversi concerti di Achille Lauro, Fred De Palma, Tedua, Tredici Pietro… per citarne alcuni. Con chi ti sei trovato meglio e quali sono gli artisti che ti hanno ispirato e con i quali, magari un giorno, vorresti fare una collaborazione?”

Tra le varie aperture, ho avuto il piacere di chiacchierare di più rispetto agli altri con Tredici Pietro, che è un ragazzo umile, in gamba e spacca dal vivo. Tedua l’ho incontrato giusto mezzo minuto, perché molte volte nelle situazioni live tra backstage, manager e bodyguard non è sempre facile interagire. Le collaborazioni dei sogni sono tantissime. Se devo fare un nome ti dico Fabri Fibra, ma anche Marracash, Guè Pequeno e tanti altri. Loro tre però sono anche quelli che mi hanno ispirato e tra i rapper italiani sono nella mia personale top 3.

“La situazione sappiamo tutti quella che è, ma come sta procedendo il lavoro per il tuo primo album? C’è una data che avete in qualche modo fissato per l’uscita? E per i live stai pensando qualche possibile soluzione?”

Abbiamo già una data di pubblicazione dell’album che non posso svelare, ma è a breve, entro l’estate. Per il discorso live speriamo che si sblocchi il tutto il prima possibile per riuscire a incastrare, nel booking degli eventi, anche qualche data fuori da Torino, spingere anche quello che sarà il disco. Speriamo presto.  

Per recuperare tutte le interviste passate clicca qui. Appuntamento con la Hit Chart Top 20 ogni lunedì in diretta dalle 20 alle 22 su SPREAKER e sul nostro sito ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *