Wrongonyou: “In un mondo pieno di narcisisti, soffrono i più sensibili.”

Wrongonyou

Wrongonyou sarà uno dei protagonisti delle Nuove Proposte di Sanremo 2021, dopo essere risultato uno dei sei finalisti provenienti da Ama Sanremo.

Wrongonyou è in gara con il brano “Lezioni di volo” che anticipa anche l’uscita del suo nuovo album in italiano dal titolo “Sono io”, in uscita il 12 marzo.

Wrongonyou
La cover ufficiale del brano di Wrongonyou, “Lezioni di volo”, in gara tra le Nuove Proposte di Sanremo 2021

La conferenza stampa di Wrongonyou è stata organizzata per presentare in larga scala il progetto artistico di Marco, con tanto di video introduttivo nel quale vengono ripercorsi i punti salienti della sua carriera partita con il singolo inglese “Killer” e arrivata oggi al secondo album in italiano.

Un album più personale, che ha messo a nudo completamente Wrongonyou, con le sue debolezze, dimostrandone anche però la sua forza. Dalla Santeria di Milano, dove Wrongonyou ha fatto il suo ultimo concerto più di un anno fa è stato presentato il lavoro che uscirà subito dopo il Festival: “Sanremo è un punto di partenza non di arrivo ed è uno dei tanti luoghi dove si è fermato l’aeroplanino di carta visto nel video.”

“Il disco “Sono io” è un album molto personale: l’ho scritto quasi interamente in quarantena, dove sono riuscito a non chiudermi in me stesso ma usare la scrittura e la musica come arma di sfogo. Volevo fare un disco che piacesse a me in primis e mi auguro possa apprezzare anche il pubblico.” ha detto Wrongonyou.

L’album è la sintesi di quello che ha provato, vissuto e sentito durante il periodo di quarantena della scorsa primavere, passato nella sua terra natale a Grottaferrata: “Sono un artista che si geolocalizza molto, così come “Milano parla piano” era molto incentrato su Milano, per “Sono io” ho fatto leva sul fatto di mettermi a nudo, su come ho passato la quarantena, anche con il rapporto con la natura, grazie al mio piccolo spazio verde a casa.”

Wrongonyou
“Ho scritto tutto l’album durante la quarantena dove mi sono veramente messo a nudo, affrontando tutte le mie paure.” ha raccontato Wrongonyou su “Sono io”

Il primo brano, “Sono io”, che dà anche il titolo a tutto il lavoro “è il primissimo brano scritto in italiano, che non ho voluto inserire nell’altro disco, perché forse non avevo ancora trovato una sorta di sicurezza di mettermi a nudo. Wrongonyou in inglese era paesaggi, quadri e visioni; in italiano ho ripreso il fatto di spiegarmi attraverso le immagini, senza filtri ma in modo più diretto e che fosse anche più comprensibile e non una ‘semplice assonanza di suoni’, come in inglese.”

Un lavoro, quello di cantare poi in italiano, che è stato un percorso lungo, con un lavoro dietro durato quasi due anni e la scrittura di oltre 50 brani. “Io canto in italiano da relativamente poco ed è un mondo totalmente nuovo. Porto spesso l’esempio di un’arancia: ho assaggiato l’arancia a 20 anni e non l’avevo mai mangiata prima; lo stesso è stato per De Gregori e Battisti conosciuti quando ero già grande, quindi è giusto che sia tra le Nuove Proposte e non tra i Big, nonostante abbia avuto già anche diverse esperienze che mi hanno regalato grandi soddisfazioni.”

Ma la passione per la musica in Wrongonyou è nata grazie ad un professore di Oxford, che anni fa, ascoltando un suo brano su myspace, ed acquistandolo con una donazione volontaria, lo aveva invitato in Inghilterra per una sua lezione: “leggendo la mail di questo professore di Sound Technology pensavo fosse una di quelle email di phising tipo ‘moglie indiana cerca marito’ e l’avevo cestinata. Un mio amico che studiava con il professore ad Oxford, mi disse poi che lui l’aveva fatta ascoltare in classe dicendogli che mi aveva contattato senza ottenere risposta. Sono andato subito a recuperare la mail cestinata.”

Nell’album in uscita per Carosello Records si uniscono brani più ironici e scherzosi come “Nada”, che racconta l’essere goffo di Marco nei confronti del gentil sesso (“per far colpo su una ragazza che guardava un mio amico, ho provato a rubargli il cappello e sono finito di faccia per terra”), o quelle più sentite ed emozionanti come “Nonno Bruno”: “Non volevo fare una canzone troppo triste, ma raccogliere tutti i momenti che ricordo passati con lui, come lo spogliarello della Ferilli, quando vinse la Roma, o le canzoni di Jimmy Fontana, che mi faceva ascoltare sempre. Gli chiederei sinceramente ‘com’è il mondo senza terra sotto i piedi?'”

Sicuramente il suo approdo a Sanremo, se lo aspettava diverso; mancherà l’abbraccio e il calore delle persone, “soprattutto per me che sono molto fisico, ma per me è un grande traguardo e mi dò volentieri una pacca sulle spalle, dopo aver subito per tanti anni anche episodi di bullismo.”

Wrongonyou
“Pur essendo molto alto, sono stato per molti anni in sovrappeso e dalle medie ero continuamente bullizzato, anche per il fatto che fossi ‘er fijio de la poliziotta’. Non tenetevi tutto dentro, ma parlate con qualcuno” Wrongonyou.
Ph. Ilaria Ieie

Wrongonyou ha aggiunto: “Pur essendo molto alto, sono stato per molti anni in sovrappeso e dalle medie ero continuamente bullizzato, anche per il fatto che fossi ‘er fijio de la poliziotta’. Il consiglio che posso dare è di fregarsene ma soprattutto di non tenersi tutto dentro, per esplodere poi in gesti stupidi, ma di parlare con qualcuno e sfogarsi. Chi fa bullismo è un poraccio secondo me: viviamo in un mondo pieno di narcisisti che vanno contro quelli più sensibili.”

Con un piuma che trova sempre per terra, prima di un viaggio importante, Wrongonyou approderà a Sanremo, dopo aver pubblicato anche la cover di “Luce (Tramonti a Nord-Est)” di Elisa, che vinse il Festival 20 anni fa: “sottolineo che la canto nella tonalità originale! Per me essere qui a Sanremo è un onore immenso, perché l’ho sempre seguito fin da piccolo quando, a 16 anni, lo vedevo di nascosto, perché altrimenti i miei amici del gruppo musicale metal mi avrebbero preso troppo in giro.”

“Sarà un Festival diverso, anche il fatto di non poter condividere l’esperienza con gli altri ragazzi, pur essendo nello stesso luogo, sarà molto strano, ma mi auguro di poter quest’estate, recuperando tutto anche con dei live per portare in giro il mio nuovo lavoro e risentire il calore del pubblico, che per un artista è veramente la linfa vitale.”

Ecco la tracklist di “Sono io”, in uscita dopo Sanremo 2021 dove Wrongonyou è in gara con il brano “Lezioni di volo”:

01_SONO IO,
02_LEZIONI DI VOLO
03_VERTIGINI
04_NADA
05_BON IVER
06_PRIMA CHE MI PERDA ANCORA
07_TORNIAMO DA NOI
08_NONNO BRUNO
09_AMORPROPRIO

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *