Fracasso: “A 13 anni vidi un video di Fedez su YouTube e ne rimasi folgorato. Il mio sogno sarebbe quello di realizzare un brano con lui.”

Nella super puntatona post Primo Maggio, abbiamo avuto il piacere di conoscere Fracasso che ci ha presentato il suo ultimo singolo “Senza cognizione”.

Oltre a parlare di come è nato il brano, con Fracasso abbiamo parlato della scelta del suo nome d’arte, dei suoi successi su TikTok, della collaborazione con Ethos e di tutti i prossimi progetti in ballo.

Fracasso
Ecco la cover ufficiale del nuovo singolo di Fracasso “Senza cognizione”

Ecco quello che ci ha raccontato Fracasso durante l’intervista:

“Siamo in compagnia di Fracasso per parlarci del nuovo singolo “Senza cognizione” uscito lo scorso 22 aprile. Il brano pop dal ritmo energico rappresenta per te un luogo sicuro dove andare in situazioni che ci provocano dispiacere e problemi nella vita; ma come è nato questo brano?”

Questo brano è nato da un beat che avevo sul computer da oltre un anno. Visto che stavamo vivendo da troppo tempo un periodo molto triste, l’idea era quella di creare qualcosa di gioioso e divertente, diverso rispetto alle mie solite produzione che sono sempre un po’ malinconiche. Con “Senza cognizione” volevo portare un po’ di leggerezza nella vita di tutti quanti e spero di esserci riuscito.

“Come nasce la tua passione per la musica e da cosa deriva il tuo nome d’arte?”

Avevo 13 anni e vidi un video di Fedez su YouTube, e al momento non era ancora famoso, ma mi folgorò talmente tanto che dissi che assolutamente avrei voluto fare la stessa cosa. Attualmente quindi sono alla ricerca di una Chiara Ferragni (sorride)… Per il nome d’arte è avvenuto tutto in modo spontaneo mentre ero a scuola: esistevano tutti questi artisti come Diluvio, Tormento ed altri rapper e Fracasso mi sembrava quello più inerente alla scena e il pezzo mancante di tutto.

“Sicuramente il brano a cui forse sei più legato è “Per noi” che avevi presentato ad Area Sanremo qualche anno fa, e che è diventato poi virale su TikTok per poi tornare in una nuova veste nel 2019. Al giorno d’oggi quanto sono importanti i social per chi vuole fare musica? Ci sono degli aspetti controproducenti da evitare?”

I social, se li sai usare bene, sono importantissimi, perché tutto va sui social. Al momento la piattaforma fondamentale per la musica è TikTok, perché se un brano diventa virale lì, poi il tutto si riflette su Spotify, Apple Music e così via. In verità non sono tanto tanto tipo da social, perché sono un po’ boomer sulle piattaforme dei social (sorride), ma il successo di “Per noi” è arrivato perché mettendola su TikTok, una famosa influencer l’ha riutilizzata e così c’è stato tutto quel grande ritorno.

“Nel brano “Ora volo” hai duettato con Ethos che è stato nostro ospite nelle puntate precedenti. Come è andata la collaborazione con lui e con chi ti piacerebbe duettare in futuro?”

La collaborazione con Ethos è stata molto naturale, perché quel brano calzava perfettamente per lui. Mi conoscevo già con lui quindi gli ho mandato il brano, gli è piaciuto e così è nata la collaborazione in modo molto easy. In futuro ci sarebbero tanti artisti con i quali mi piacerebbe collaborare, ma tra tutti mi piacerebbe collaborare con Fedez, il mio idolo da sempre.

“Cosa ci dobbiamo aspettare per il futuro? Stai lavorando ad un album che comprenderà tutti i singoli usciti? Per l’estate è previsto un tour?”

Sto lavorando in realtà solo al pezzo estivo, continuando questa wave felice e spensierata e concentrarmi più avanti per l’album. Al momento non sono previsti live ma mai dire mai.

Per recuperare tutte le interviste passate clicca qui. Appuntamento con la Hit Chart Top 20 ogni lunedì in diretta dalle 20 alle 22 su SPREAKER e sul nostro sito ufficiale.

Matteo Magazzù

Speaker e attore romano, ama la musica, il teatro, l'arte, il cinema, la televisione.

View All Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *